Azioni o obbligazioni? Dall'analisi dell'ERP la risposta: puntare sull'azionario

Azioni o obbligazioni? Dall'analisi dell'ERP la risposta: puntare sull'azionario

L’Equity Risk Premium (ERP) riflette l’extra rendimento richiesto dagli operatori per investire in azioni piuttosto che investire in obbligazioni prive di rischio. Le principali determinanti dell’ERP sono:

  • Avversione al rischio: più alta è l’avversione al rischio degli investitori e maggiore sarà l’extra rendimento richiesto dagli stessi per investire in equity piuttosto che in bond privi di rischio;
  • Incertezza economica: in un’economia dove le attese di inflazione, crescita economica e tassi d’interesse risultano essere maggiormente prevedibili si riduce l’extra rendimento richiesto dagli investitori per investire in equity;
  • Completezza delle informazioni: un mercato azionario caratterizzato da trasparenza nelle informazioni inerenti bilanci e previsioni, ha una rischiosità inferiore e questo si traduce in un equity risk premium più basso;
  • Liquidità mercato: un mercato maggiormente liquido, riduce i costi di transazione ed eventuale smobilizzo di azioni, abbassando quindi l’equity risk premium;

L’attuale Equity Risk Premium di mercato è più alto del valore medio registrato dal 1960, attestandosi al 5% contro una media del 4%. Questo parametro è calcolato considerando un taglio utili previsti per il 2020 del 20%, conseguenza della pandemia di Covid-19.

Il maggior valore dell’ERP rispetto alla media evidenzia quanto l’azionario risulti essere attualmente decisamente più interessante rispetto all'obbligazionario.

In momenti di stress dei mercati, è inoltre necessario analizzare le strategie messe in atto dalle Banche Centrali. L ’attuale approccio della FED è sintomo dell’attenzione che la Banca Centrale statunitense sta rivolgendo al mercato azionario. Alcuni studiosi del National Bureau Of Economic Research hanno infatti mostrato come rendimenti negativi del mercato azionario siano fortemente correlati con successivi tagli dei tassi d’interesse, la cosiddetta FED put. Questo meccanismo ha un effetto positivo sull’ERP, mantenendo vantaggioso per gli operatori investimenti in equity.  

In uno scenario caratterizzato dunque da un valore dell’ERP superiore rispetto alla media e da strategie di taglio dei tassi di interesse da parte delle Banche Centrali, il Team di Gestione di Pharus conferma la propria propensione verso investimenti in equity piuttosto che in bond.

L’ERP, insieme ai tassi di interesse, infatti, è senza dubbio una delle variabili che impatta maggiormente ogni modello valutativo basato su analisi fondamentale e, in quanto tale, rappresenta una guida per ogni investitore nei processi di allocazione.

Non è un caso che, come evidenziato da un recente studio di Goldman Sachs, elevati livelli di ERP siano seguiti da una sovraperformance del mercato azionario.


Messaggio informativo - Le informazioni contenute nel presente messaggio e i dati eventualmente indicati sono prodotti esclusivamente a scopo informativo e pertanto non costituiscono in nessun caso un'offerta o una raccomandazione o una sollecitazione di acquisto o di vendita di titoli o strumenti finanziari in genere, prodotti o servizi finanziari o d’investimento, né un'esortazione ad effettuare transazioni legate ad uno specifico strumento finanziario.
Quanto esposto nel presente messaggio informativo è frutto della libera interpretazione, valutazione e apprezzamento di Pharus Asset Management SA e costituiscono semplici spunti di riflessione. Pertanto le decisioni operative che ne conseguono sono da ritenersi assunte dall'utente in piena autonomia ed a proprio esclusivo rischio. Pharus Asset Management SA dedica la massima attenzione e precisione alle informazioni contenute nel presente messaggio; ciononostante, la stessa non può ritenersi responsabile per errori, omissioni, inesattezze o manipolazioni ad opera di soggetti terzi su quanto materialmente elaborato capaci di inficiare la correttezza delle informazioni fornite e l'attendibilità delle stesse, nonché per eventuali risultati ottenuti usando dette informazioni.
Non è consentito copiare, alterare, distribuire, pubblicare o utilizzare su altri siti per uso commerciale questi contenuti senza autorizzazione specifica di Pharus Asset Management SA.
Torna a tutte le news

News Correlate

16/06/2021

Oltre il Covid, le nuove opportunità del Biotech

10/06/2021

Pharus Sicav Best Regulated Companies distribuisce il terzo dividendo

07/06/2021

Le Cronache di BoLe | Maggio 2021

18/05/2021

Inflazione: temporanea oppure no? Come posizionarsi?

30/04/2021

Le Cronache di BoLe | Aprile 2021

28/04/2021

Pharus Management Lux SA premiata da Global Brands Magazine

19/04/2021

Vietato correre dietro gli eccessi

07/04/2021

La salute è una priorità, anche per il portafoglio

31/03/2021

Pharus Sicav Trend Player vince il Premio Alto Rendimento de Il Sole 24 Ore