La carta commodity si gioca con i semiconduttori

La carta commodity si gioca con i semiconduttori

Il settore, tra i “cavalli di razza” del 2021, ha valutazioni più cheap rispetto al resto del mercato, ma con una prospettiva di utili in forte crescita

In un contesto economico in fase di ripresa è logico cominciare a guardare ai titoli e settori che potrebbero trarre i maggiori benefici. Sono le aree di mercato più cicliche e tra queste ci sono anche le commodity, su cui negli ultimi mesi si sono accesi i riflettori.

Dopo dieci anni di sottoperformance, infatti, il mondo delle materie prime potrebbe ora avviarsi verso una fase di ripresa generale (in parte è già iniziata), favorita anche dalle prospettive di crescita dell’inflazione.

Non tutte le commodity, però, sono uguali. Anzi, per cavalcare questo “nuovo” trend forse bisognerebbe seguire proprio l’evolversi dell’economia e quindi guardare oltre gli indici di mercato più tradizionali, dove sono presenti metalli preziosi (e non) e materie prime agricole, tutte aree di business capital intensive. Oggi c’è un forte reindirizzamento su economie sempre meno capital intensive, che non sono rappresentate negli indici più tradizionali. Insomma, converrebbe rivolgere l’attenzione alle altre commodity. Ne sono un esempio l’eolico, o ancora le batterie. Ma c’è n’è una su tutte che secondo Pharus continuerà a macinare record: i semiconduttori. Basta guardare l’evoluzione decennale di questo settore, che è perfettamente speculare all’indice generale delle commodity, e quindi in costante ascesa. Una forza prorompente che, unita alle sue caratteristiche cicliche, fanno di questo comparto uno dei più promettenti del 2021.

I protagonisti del mondo dei semiconduttori riforniscono le aziende tech e sono società in crescita, con utili in forte aumento. In un’economia sempre più tecnologica la domanda di questi beni andrà sempre più crescendo, è inevitabile. Le richieste da parte dell’industria delle auto, per esempio, sono così elevate che la domanda è arrivata a superare l’offerta.
Testimonianze in tal senso arrivano direttamente dalle società. È il caso per esempio dell’olandese Asml e di Tsmc (Taiwan semiconductor manifacturing company), che hanno stimato per i prossimi anni tassi di crescita impensabili fino a ieri.

Dunque, nel contesto di un’economia digitale, dove la tecnologia sta acquisendo un peso rilevante, vale la pena chiedersi se sia davvero conveniente guardare alle commodity più tradizionali piuttosto che puntare su quelle “alternative”. Dal nostro punto di vista avrebbe più senso prendere in considerazione le commodity legate al mondo del tech, come appunto quelle dei semiconduttori. Un settore su cui abbiamo un’esposizione del 20% circa attraverso il nostro fondo Pharus Sicav Next Revolution. Le valutazione del comparto sono meno care rispetto al resto del mercato, e al suo interno è possibile selezionare singole storie su cui fare stock picking.


Messaggio informativo - Le informazioni contenute nel presente messaggio e i dati eventualmente indicati sono prodotti esclusivamente a scopo informativo e pertanto non costituiscono in nessun caso un'offerta o una raccomandazione o una sollecitazione di acquisto o di vendita di titoli o strumenti finanziari in genere, prodotti o servizi finanziari o d’investimento, né un'esortazione ad effettuare transazioni legate ad uno specifico strumento finanziario.
Quanto esposto nel presente messaggio informativo è frutto della libera interpretazione, valutazione e apprezzamento di Pharus Asset Management SA e costituiscono semplici spunti di riflessione. Pertanto le decisioni operative che ne conseguono sono da ritenersi assunte dall'utente in piena autonomia ed a proprio esclusivo rischio. Pharus Asset Management SA dedica la massima attenzione e precisione alle informazioni contenute nel presente messaggio; ciononostante, la stessa non può ritenersi responsabile per errori, omissioni, inesattezze o manipolazioni ad opera di soggetti terzi su quanto materialmente elaborato capaci di inficiare la correttezza delle informazioni fornite e l'attendibilità delle stesse, nonché per eventuali risultati ottenuti usando dette informazioni.
Non è consentito copiare, alterare, distribuire, pubblicare o utilizzare su altri siti per uso commerciale questi contenuti senza autorizzazione specifica di Pharus Asset Management SA.
Torna a tutte le news

News Correlate

19/04/2021

Vietato correre dietro gli eccessi

07/04/2021

La salute è una priorità, anche per il portafoglio

31/03/2021

Pharus Sicav Trend Player vince il Premio Alto Rendimento de Il Sole 24 Ore

23/03/2021

L'High Yield tiene a galla l'obbligazionario

17/03/2021

Le Cronache di BoLe | Marzo 2021

09/03/2021

Il pericolo degli “estremi” è dietro l’angolo

04/03/2021

Pharus Sicav Conservative premiato ai Refinitiv Lipper Fund Awards 2021 Switzerland

24/02/2021

La Reporting Season Europea

17/02/2021

Pharus Sicav Target stacca la nona cedola